domenica 31 ottobre 2010

Compleanno della Je più un ulteriore Halloween PARTY

BUON COMPLEANNO JE!
Questa foto mostra com'eravamo ieri mattina,
ancora in pigiama;
carichhe per prepararci
per la serata di ieri sera.


La serata di ieri sera.




sabato 30 ottobre 2010

Cioè, Londra spacca! #3 (HALLOWEEN)









Sempre perchè qui a Londra non ci divertiamo mai, ieri è iniziato il weekend di Halloween.
Dei travestimenti e delle agnizioni.
Anche stasera in teoria ci si traveste, ma ci sto pensando per bene, levarsi quel trucco bianco dalla faccia non è stato così semplice.. vedremo...

giovedì 28 ottobre 2010

POLAROID!!!









FIINALMENTE MI E' ARRIVATO IL RULLINO DELLA POLAROID!!!
ho scoperto questo sito infinito di una ditta proveniente dal NEDERLANDS che si chiama Impossible Project e che ti spedisce i rullini come vuoi. In bianco e nero, a colori, seppia, filtro blu, come vuoi.
SONO SPLENDIDI.

lunedì 25 ottobre 2010

IL BINARIO 9 3/4 DELLA STAZIONE DI KING'S CROSS

Eccoci io, la Sivi e l'Aurora alla Stazione di King's Cross.
Per gli ignoranti la Stazione di King's Cross è rinomata per il muro che divide il binario 9 dal 10, attraverso il quale i maghetti adolescenti si buttano per andare al binario 9 3/4, dove da li parte l'Espresso per Hogwarts.
Si sto parlando di Harry Potter.
e noi, OVVIAMENTE, a Londra, COME NON SI PUO' ANDARE A VISITARLO???
Facemmo un giro dell'oca, non lo trovavamo, pensavamo fosse un muro trenki così giusto per darci un'occhiata..
ad un certo punto la Sivi, indicando un luogo urlò:
Marcy guarda!!!! la c'è proprio scritto PLATFORM 9 3/4!!!
Mi girai e proprio là c'era il muro, con la scritta sopra, un carello metà nel muro e metà fuori e dei turisti che si facevano le foto.
NON OVVIAMENTE DA BRAVE TURISTE CHE SI RISPETTINO... ECCO LE FOTO DEL CASO!!




domenica 24 ottobre 2010

THE ONIRONAUTS

THE ONIRONAUTS
zio va se sono stati bravi!!!!
questi si che sono musicisti!!!!






ps il guest nel centro è Andrea Rattotti, caro che è venuto a trovarmi con Manu!!!

martedì 12 ottobre 2010

AAAAAH LA BUROCRAZIA!!!

Bene.
Non ho scritto molto questa settimana perchè prima di tirare delle conclusioni volevo che fosse tutto a posto (sia lodato il Signore) dato che ho avuto i miei 5 minuti che sono durati 3 giorni.
Praticamente venerdì mi è arrivata una splendida mail dal carissimo e adorabilissimo Jonathan Smith the registrar of the Central Saint Martins (channomimmerda) raccontandomi che, dato che per una svista non erano stati controllati bene i miei documenti, praticamente l'esame Trinity non è valido alla Saint Martins, in quanto vogliono lo IELTS. Livello tutto a posto, ma la scuola non era quella da loro richiesta. Quindi non avrei potuto continuare il corso.
Dopo 6 mesi che la copia del mio attestato si trova li.
Dopo che mi hanno fatto passare 5 selezioni.
Dopo che mi hanno accettato alla scuola.
Dopo che mi sono trasferita a Londra.
Dopo che la scuola è incominciata da ben 2 settimane.
MA SOPRATTUTTO, DOPO AVER PAGATO ALLA SCUOLA BEN 2800 RUPIE.
BENISSIMO!!!!!
Dei casini e delle minacce.
Le mie carissime amiche mi hanno addirittura proposto come avvocato la madre della Marina, la famosa avvocatessa che querelò la RYANAIR. E vinse. Codigna!
Beh evitando di raccontarvi i dettagli dei 3 giorni di stress e di visioni del mio futuro andato a rotoli / in mille pezzi / bruciato, la conclusione è arrivata ieri.
Il certificato è solo una prassi come dato di fatto per constatare che effettivamente il potenziale studente straniero riesce ad affrontare le lezioni in inglese.
Cosa cambia ADESSO se loro da bravi deficenti non si sono accorti che sul mio certificato c'era scritto grande come una casa TRINITY anzichè IELTS, dal momento che le lezioni le sto frequentando??? UN CAZZO.
Quindi, visto che il mio professore, dal momento che secondo le scuole inglesi è quello che decide, lui ha deciso che loro sono incompetenti e che io posso tranquillamente frequentare le lezioni.
E IO GODO.
Sarà anche l'Inghilterra e minchiate varie e tutti indie culo e la moda di Londra che spacca ma fidatevi, TUTTO IL MONDO E' PAESE.

Cioè, Londra spacca!





eh no, non ci divertiamo mica!!

venerdì 8 ottobre 2010

Dei ragionamenti e delle conclusioni

Non sono ancora abbastanza popolare da potermi permettere di scrivere i miei post sia in inglese che in italiano (e diciamo la verità, se ci provassi farei decisamente schifo) per non parlare del discorso complicatissimo che sto per fare quindi per l'amore del Signore non voglio neanche immaginare come potrei introdurvi questo argomento in inglese.
Anche se c'è gente che lo fa e non dovrebbe, tipo LEI (ringrazio infinitamente GARGY per avermela fatta scoprire e ringrazio infinitamente la Je per avermi fatto scoprire Gargy.. a proposito, lui è il mio nuovo idolo).
Ieri sera serata tranquillissima con la Je (il contrario di quello che molto probabilmente sarà la mia serata di stasera) dove abbiamo parlato del nostro futuro, delle nostre scuole, delle differenze sostanziali del metodo di insegnamento italiano/inglese.
Paragonando l'Inghilterra all'Italia sono saltate fuori delle constatazioni disarmanti.
La Jessica, nel suo anno di Marangoni italiano, preparava dei book ordinati e abbastanza banalotti fini solo al contenuto; da quando si trova qui a Londra le fanno fare dei book completamente fuori da ogni schema, le lasciano la più completa libertà di fare come più crede e di presentare il book come meglio rietene necessario.
Stessa cosa sta capitando con me. Non mi avevano mai detto "fai come vuoi" o "scegli tu". Qui mi fanno fare cummaminchia mi pare senza che ci sia alcuna regola limitativa. Possiamo mettere nel notebook gli sfondi nei fogli, possiamo scrivere a mano, al computer, attaccare foto, oggetti, tutto ciò che ci sembra utile per le nostre ricerce lo possiamo fare e documentare, se vogliamo attaccarci delle decorazioni possiamo, ma qualsiasi cosa. E' impressionante.

CONCLUSIONE:
L'insegnamento italiano cresce l'individuo in maniera quadrata e schematica in tutto per limitare una possibile crescita individuale mantenendoci come marionette (altrimenti qualcuno potrebbe sfondare, eh no, come si può togliere la poltrona a chi ce l'ha già!) per poi selezionare molto accuratamente i burattini da mostrare, giusto per dare l'illusione che ogni tanto qualcuno un premio lo vince.
L'insegnamento inglese si basa sulla meritocrazia e sulla crescita individuale dello studente, dando a ciascuno la libertà di sfruttare tutta la tua fantasia senza limiti in maniera che chi davvero se lo merita possa andare avanti.
Cristo, a nessuno in Italia verrebbe in mente di creare un book dove come prima pagina c'è la scansione del proprio libretto scolastico con la scritta "I'M IN!! YEY!!" su uno sfondo pitturato ad acquerello grigio e la pagina dopo è ricoperta di pizzo nero con attaccate con spille da balia delle foto strappate; per ora ho visto solo Sara Lando fare così, tutto il resto è comunque sotto l'educazione distruttiva a cui siamo abituati.
In Italia un book del genere verrebbe classificato come "originale e particolare", QUI E' LA NORMA, SI E' SCARSO SE SI FACESSE IL CONTRARIO.
Per una sfigata come me che arriva bella e fresca dall'Italia con le regole preimpostate nella testa come la nostra cultura usa, il problema è 100volte più grosso.
In primis perchè la mia fantasia è estremamente limitata rispetto agli altri (grazie Italia)
In secundis perchè devo fare tutto in inglese e se non fosse per la cara e dolce Australia che mi manca tanto con il cazzo che saprei l'inglese (sempre grazie Italia)

MA MARCY HAI SCOPERTO L'ACQUA CALDA!!!
EH BEH MA COSA TI ASPETTAVI, UNA PASSEGGIATA??
HAI VOLUTO LA BICICLETTA? ORA PEDALI!!
EH SI C'E' MA CIOE' NON SCANDALIZZARTI, LO SI SA CHE L'ITALIA E' COSI'!!

So che quello che ho detto sembra tutto scontato, ma è facile parlare quando si ragiona in ipotesi e sogni, parlando dall'Italia guardando all'estero come regno irraggiungibile delle fiabe, guardando le notizie dai telegiornali italiani senza un minimo di sguardo "al di la" delle proprie possibilità effettive.
Ma quando ci si è dentro e VEDI la differenza, e PUOI TOCCARE la differenza, il mondo crolla.
E ci si inizia a farsi il culo.
E ORA POSSO INCOMINCIARE LA RICERCA SULLA LUCE.

giovedì 7 ottobre 2010

I PRINCIPI METALLARI

Ho trovato questo link meraviglioso da qualche parte, aiuto, merita!!!!

HEAVY METAL:
Il principe arriva su una Harley Davidson rombante con le ruote di fuoco, uccide il drago con il suo martello da guerra, beve una birra e si scopa la principessa, il tutto mentre i suoi fratelli guerrieri del metallo si insediano nel castello e inneggiano a mani alzate le lodi del loro signore (sapendo che prima o poi quella troia della principessa se la passeranno tutti, essendo fratelli nel metallo).


GRIND METAL:
Il principe arriva, urla qualcosa di totalmente incomprensibile per circa 2 minuti e poi se ne va. La principessa fa spallucce e scopa con il principe HEAVY METAL.

POWER/SPEED METAL:
Il principe arriva, spara un acuto talmente acuto che fa esplodere i timpani del drago, e lo finisce con migliaia di colpi di doppia cassa che lo riducono in poltiglia; quindi beve una birra e perde i sensi perchè non è abituato a bere; la principessa fa spallucce e continua a scopare con il principe HEAVY METAL.

POWER/EPIC METAL:
Il principe arriva a cavallo di un unicorno bianco, fugge dal drago, salva la principessa e infine fanno l’amore in una foresta incantata, abitata dagli elfi.

THRASH METAL:
Il principe arriva, combatte col drago, salva la principessa e se la scopa, poi si ubriaca e le vomita addosso.

FOLK METAL:
Il principe arriva insieme a un gruppo di amici, suonando accordion, violini, flauti e molti altri strumenti stranissimi; il drago si addormenta (dopo aver ballato per molte ore), e il principe se ne va ubriaco dimenticandosi della principessa; quest’ultima, insoddisfatta, si scopa il principe HEAVY METAL.

VIKING METAL:
Il principe arriva con una nave, uccide il drago con la sua terrificante ascia da guerra, lo cucina e se lo mangia, violenta la principessa fino a ucciderla, svaligia il castello e da fuoco a tutto prima di andarsene.

DEATH METAL:
Il principe arriva, uccide il drago, si scopa la principessa e poi la uccide, quindi se ne va più incazzato di prima.

BLACK METAL:
Il principe arriva, uccide il drago e lo impala davanti al castello, poi sodomizza la principessa, beve il suo sangue in un rito satanico prima di ucciderla, e poi ne impala il cadavere deflorato di fianco a quello del drago.

GORE METAL:
Il principe arriva, uccide il drago, lo sventra e sparge tutte le sue budella di fronte al castello; poi si scopa la principessa e la uccide, poi si scopa una seconda volta il suo cadavere, gli apre la pancia con un coltello e si mangia le sue budella, si scopa la carcassa sanguinolenta per la terza volta, brucia il cadavere e se lo scopa una quarta e ultima volta.

DOOM METAL:
Il principe arriva, vede le dimensioni del drago e pensa che non potrà mai batterlo, si deprime e si taglia le vene; il drago si mangia il suo cadavere e anche la principessa, che scopava con il principe HEAVY METAL.

PROGRESSIVE METAL:
Il principe arriva e suona un assolo di chitarra di 26 minuti che spinge il drago a suicidarsi per la noia, poi raggiunge la camera da letto della principessa e suona un altro assolo mettendo in mostra tutte le tecniche che ha imparato nell’ultimo anno di conservatorio; la principessa scappa alla disperata ricerca del principe HEAVY METAL.

GLAM METAL:
Il principe arriva, il drago si disfa dalle risate vedendo il suo trucco assurdo e lo lascia entrare; il principe ruba il set da trucco della principessa e cerca di ridipingere tutto il castello di rosa shocking mentre beve un whisky, si fa di eroina e la principessa gli fa un pompino con ingoio.

INDUSTRIAL METAL:
Il principe arriva con una tuta da lavoro sporca di olio e grasso di motore, fa gesti osceni al drago e alla principessa, e viene scortato fuori dal mondo delle favole dai tizi della security. La principessa fa spallucce e scopa con il principe HEAVY METAL.

NU-METAL:
Il principe arriva con una chitarra a 8 corde super rumorosissima, suona un riff sulla corda più bassa fatto da 1 solo accordo sincopatissimo, e rappa una canzone sulla libertà e sul sè interiore. Il drago lo guarda, alza un sopracciglio e lo incenerisce con uno sbuffo di fuoco. La principessa, presa com’è a scopare con il principe HEAVY METAL, non lo nota nemmeno.

mercoledì 6 ottobre 2010

....Twitter?

Ho fatto anchio questo stramaledetto Twitter, sperando funzioni qualcosa, se va male amen.
In ogni caso c'è un pulsante qui a fianco dove se ci cliccate venite mandati direttamente li. Se siete pigri e non ci volete guardare il pulsante si trova QUI. Però ancora non ho capito come funzia, sinceramente lo vedo anche abbastanza inutile. Va beh, vedremo.

martedì 5 ottobre 2010

Central Saint Martins


C'è la mia scuola spacca!!
Ieri ho avuto la prima lezione della Saint Martins, incredibile, è stata meravigliosa!!
A parte il casino dello sciopero della metro che ha sconvolto Londra, sveglia alle 7 per partire alle 8 pensando di fare l'enrollment prima delle lezioni e invece sono arrivata alle 10.30 spaccate, proprio l'orario d'inizio.
CHE DISASTRO. Ho pregato Dio di darmi una mano perchè davvero, sembravo la topina di campagna nella città. MA CE L'HO FATTA, e così iniziai la lezione.
Dunque, nella mia classe siamo in 25 di cui 4 maschi. Io e altri 3 siamo i più giovani, essendo un master è normale che gli altri siano tutti più grandi, sono io la sfigata che ha fatto la bazza e c'è riuscita.
Ci hanno diviso a gruppi. I gruppi rimangono questi fino alla fine dell'anno, così riusciamo a lavorare meglio. Ognuno di noi ha mostrato il suo lavoro. Il mio gruppo è tutto al femminile e sono tutte simpaticissime, per non parlare della loro disponibilità nell'aiutarmi quando non capivo! Troppo carine!!
In linea di massima l'intera classe è formata da gente stupenda e sono tutti davvero bravissimi. Poi ci sono i soliti 2 o 3 che cioè, sono troppo dei galli perchè fanno la Saint Martins e allora è giusto che se la tirino e uau hanno la macchina fotografica figa cioè mica possiamo essere paragonati a loro.
IL PROF CI HA REGALATO 3 RULLINI IN BIANCO E NERO SBIELLO
Bene, ora ultima tappa domattina alla banca poi se dio vuole ho un po' di tempo per me stessa.

sabato 2 ottobre 2010

LONDON FAMILY

LE MIE COINQUI!!

LETIZIA & DANBO
La Letizia fa la Marangoni qui a Londra, ne sa un sacco ed è troppo carina.
La Danbo è una guest per 3 mesi, ha deciso di cambiare aria e vuole uno stacco dall'Italia, starà nella camera della Letizia.

DANIELA
Lei è una galla, già coinqui della Jessica l'anno scorso, lavora nel campo del marketing, non chiedetemi cosa di preciso perchè io di queste cose proprio non ne capisco.

JESSICA
La Je è la Je!!!! Senza di lei sarei morta qui a Londra!!
comunque, giusto per informazione, ex Toschiniana anche lei, mi ha salvato nei momenti bui e mi sa che mi salverà ancora in altri momenti bui.

Come potete notare siamo tutte coloratissime. Ottimo per la lavatrice, non abbiamo colori da mettere, siamo tutte in tinta unita!!
Next post: my bedroom. Ma prima devo finire di arredarla!!